Economia del Sistema Agroalimentare

Docenti: 
Crediti: 
9
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA ED ESTIMO RURALE (AGR/01)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Anno di corso: 
2
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti per comprendere il sistema agro-alimentare nazionale e internazionale in un’ottica settoriale e di filiera. In particolare, il corso si prefigge di:
- sviluppare la conoscenza di tematiche inerenti il ruolo dell’agricoltura e del sistema agroalimentare nel processo di sviluppo economico, le caratteristiche della domanda e dell’offerta dei prodotti alimentari, il funzionamento e l’organizzazione del sistema agro-alimentare e delle imprese che ne fanno parte;
- approfondire le implicazioni teoriche e operative derivanti dalla presenza di fallimenti del mercato (esternalità/beni pubblici, costi di transazione e asimmetria informativa);
- fornire gli strumenti per comprendere le attuali politiche agricole sui mercati internazionali e al ruolo del sistema agroalimentare nella conservazione dell'ambiente, sostenibilità, promozione dello sviluppo rurale e territoriale, e tutela della salute.
I risultati di apprendimento attesi sono:
1) Conoscenza e capacità di comprensione: conoscenza dell'organizzazione del sistema agroalimentare e della gestione e marketing delle imprese agroalimentari; conoscenza della regolamentazione della qualità nell'agroalimentare (certificazioni volontarie, indicazioni geografiche, ecc.); conoscenza delle principali dimensioni della sostenibilità relative al sistema agroalimentare; conoscenza dell’evoluzione della Politica Agricola Comune (PAC) e dell’attuale architettura delle politiche di sostegno dell’agricoltura e per lo sviluppo rurale; conoscenza degli aspetti economici della valutazione della regolamentazione per la sicurezza alimentare.
2) Capacità applicative: applicare i principi del calcolo differenziale all'analisi di semplici modelli economici; valutare la qualità da un punto di vista economico e di mercato degli alimenti; applicare le conoscenze organizzative del sistema agroalimentare a casi di studio reali; individuare e valutare i fattori della sostenibilità delle filiere agroalimentari; individuare le leve di marketing adatte ad ogni alimento; applicare a casi concreti le politiche di finanziamento dell’agricoltura e per lo sviluppo rurale; individuare i fattori da prendere in considerazione per la valutazione economica delle politiche di sicurezza alimentare.
3) Autonomia di giudizio: valutazione ed interpretazione di modelli matematici semplici; sviluppare un approccio scientifico alle problematiche bioetiche (es. OGM); valutare il rapporto qualità-prezzo degli alimenti; utilizzo critico di dati della letteratura scientifica; valutazione della didattica.
4) Abilità nella comunicazione: comunicazione scritta e orale attraverso il lessico scientificamente corretto della materia; capacità di presentazione, trasmissione e divulgazione dell'informazione di temi relativi agli alimenti (dalla produzione al consumo); capacità di comunicare con persone esperte o non esperte del settore delle produzioni alimentari, e quando avviato al lavoro a superiori e/o clienti; capacità di comunicare e collaborare in lavori di gruppo nell'ambito degli alimenti.
5) Capacità di apprendere: capacità di consultazione di materiale bibliografico, banche dati relative agli alimenti (inclusi i dati di mercato) e strumenti normativi relativi agli alimenti; capacità di consultazione in modo critico dei siti web relativi agli alimenti; sviluppare un approccio scientifico alle problematiche bioetiche relative alla produzione, commercio e consumo di alimenti; capacità di partecipazione in modo proficuo a seminari e giornate studio di formazione; capacità di svolgere proficuamente i corsi di Laurea Magistrale della classe LMGASTR.

Prerequisiti

Il corso non richiede delle propedeuticità

Contenuti dell'insegnamento

Il corso, dopo una breve introduzione per illustrare i principali strumenti di analisi della microeconomia (mercato di domanda e offerta, teoria della produzione), tratta gli aspetti istituzionali ed organizzativi del sistema agroalimentare, gli elementi qualitativi del prodotto agro-alimentare, il legame che il prodotto ha con il territorio e il ruolo dell’intervento pubblico per la valorizzazione delle risorse locali e della multifunzionalità dell’agricoltura. Verranno inoltre studiati gli aspetti economici relativi alle politiche europee per la sicurezza alimentare.

Programma esteso

1) Elementi introduttivi di economia: domanda e offerta; mercato di concorrenza perfetta; teoria della produzione.
2) Organizzazione del sistema agroalimentare: filiera; processi di integrazione verticale e orizzontale.
3) Cooperative e organizzazioni di produttori: ruolo delle cooperative nel sistema agroalimentare; specificità del bilancio dell’impresa cooperativa.
4) Sostenibilità nel sistema agroalimentare, sostenibilità delle filiere corte, diete sostenibili e spreco alimentare
5) Regolamentazione della qualità nell’agroalimentare e Indicazioni Geografiche: attributi qualitativi del prodotto agro-alimentare; problema dell’asimmetria informativa, azzardo morale e selezione avversa; intervento pubblico cogente; certificazione volontaria; economia dei prodotti tipici o tradizionali (es. DOP/IGP).
6) Politiche per l’agricoltura: evoluzione della Politica Agricola Comune (PAC); sostegno ai mercati e politiche di sviluppo rurale (multifunzionalità).
7) Economia e politiche per la sicurezza alimentare: norme per la sicurezza alimentare nell’Unione europea; percezione del rischio del pubblico; aspetti economici delle politiche di sicurezza alimentare.

Bibliografia

- Testo a cura del docente "Economia del Sistema Agroalimentare".
- Altro materiale sarà reso disponibile sul portale Elly.
- Per gli studenti internazionali (es. Erasmus) verrà fornito materiale a parte in lingua inglese attraverso il portale Elly.

Metodi didattici

Le lezioni saranno organizzate in presenza con la possibilità di fruire le lezioni anche a distanza in modalità sincrona (via Teams) e/o asincrona (caricate sulla pagina Elly del corso).
L'insegnamento sarò svolto mediante lezioni frontali in aula con l'ausilio slides che rappresenteranno materiale didattico, ad integrazione del testo consigliato. Le slides saranno disponibili on line sulla pagina Elly del corso in formato pdf per gli studenti. Le lezioni prevedono anche la discussione di esempi dei casi reali più recenti. Per questo motivo, le slides, che vengono gradualmente aggiornate per ogni argomento, saranno caricate su Elly prima di ogni argomento trattato e non tutte insieme all’inizio del corso. Durante le lezioni, sarà ribadito l’uso appropriato del linguaggio tecnico, e sottolineati i collegamenti fra le varie parti del corso. Per questo motivo è fortemente incentivata la presenza e la partecipazione attiva degli studenti.

Modalità verifica apprendimento

Al termine del corso sarà verificato il livello di apprendimento dei risultati attesi per tutti i contenuti offerti durante le lezioni.
L’esame finale sarà scritto con 30 domande a risposta chiusa (test) e almeno una domanda a risposta aperta.
Le conoscenze che si intende valutare nelle domande riguardano l’intero programma, ovvero 1) Elementi introduttivi di economia, 2) Organizzazione del sistema agroalimentare, 3) Cooperative e organizzazioni di produttori, 4) Sostenibilità nell'agroalimentare, 5) Regolamentazione della qualità nell’agroalimentare e Indicazioni Geografiche, 6) Economia e politiche per l’agricoltura (PAC) e 7) Economia e politiche per la sicurezza. Le competenze che verranno valutate riguardano la capacità dello studente di applicare i concetti studiati a casi di studio proposti in sede di esame dal docente.
Nel test, a ciascuna delle domande a risposta chiusa verrà assegnato un punto per ogni risposta corretta, mentre non sono previste penalità per le risposte sbagliate. Pertanto, il punteggio massimo ottenibile sarà di 30/30. Si procederà alla correzione della/e domanda/e aperta/e solo se lo studente avrà ottenuto un punteggio minimo di 18/30 nel test.
I criteri con cui si valuterà lo studente in merito alla/e domanda/e a risposta aperta sono: a) capacità di elaborare le conoscenze trasmesse durante il corso, applicandole ai casi concreti proposti dal docente nella/e domanda/e d’esame, b) capacità di argomentare le proprie risposte con riferimenti alla teoria economica, eventualmente mediante l’uso di formule e grafici, per analizzare da un punto di vista economico i casi di studio proposti, c) modalità di esposizione linguistica e di utilizzo della terminologia specifica. Per ciascuna domanda a risposta aperta verranno pesati questi tre indicatori nel modo seguente: a) 50%, b) 30%, c) 20%. Le domande a risposta chiusa saranno a risposta multipla in cui lo studente dovrà indicare la/le risposta/e corretta/e, oppure la/le risposta/e sbagliata/e.
Il punteggio finale verrà determinato nel modo seguente: verrà assegnato un punteggio in trentesimi per la/le domanda/e a risposta aperta utilizzando i pesi per i tre criteri. Verrà effettuata una media pesata dei punteggi, considerando un peso del 50% per la valutazione in 30mi del test, e del 50% per la valutazione in 30mi ottenuta nella/e domanda/e a risposta aperta. Per ottenere la sufficienza il candidato dovrà ottenere un punteggio complessivo maggiore o uguale a 18.
I risultati dell’esame sono pubblicati sul portale ESSE3 (https://unipr.esse3.cineca.it/Home.do) entro tempi ragionevoli compatibili con il numero degli studenti iscritti. Gli studenti possono visionare l’esame, previo appuntamento con il docente.
Nel caso fosse possibile svolgerla in presenza, è prevista una prova intermedia che verrà espletata con la stessa modalità della prova finale, avente ad oggetto una parte di programma parziale (indicativamente i primi 4 capitoli del programma). La valutazione della prova intermedia, espressa in 30mi, rimarrà valida per tutta la sessione di esami estiva. La valutazione della seconda prova, che verterà sulla restante parte di programma, sarà utilizzata per calcolare la media aritmetica con la valutazione della prima prova parziale al fine di ottenere la valutazione finale. Qualora il candidato non superasse la seconda prova, o rifiutasse il voto finale così ottenuto, potrà ripetere la seconda prova, nei limiti della sessione estiva di esami.
In caso di impossibilità di svolgere l’esame scritto in presenza per cause di forza maggiore imposte dall’Ateneo, l’esame sarà svolto a distanza mediante un colloquio attraverso Teams.
La valutazione del livello di conoscenza acquista tiene in considerazione anche come lo studente è in grado di esprimersi correttamente, con il linguaggio scientifico specifico dell’economia.

Altre informazioni

In caso di grave emergenza sanitaria le modalità di erogazione della didattica e di verifica dell’apprendimento potrebbero subire dei cambiamenti che verranno tempestivamente comunicate su Elly e/o sul sito del corso di studio.