MARKETING

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA ED ESTIMO RURALE (AGR/01)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Introdurre gli studenti al governo delle imprese agroalimentari.
Il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti per comprendere le imprese agro-alimentare sia in un’ottica aziendale che di marketing.
Gli studenti acquisiranno competenze relative all’analisi di casi di studio (es. filiera agroalimentare, oppure prodotto a denominazione protetta) utilizzando le conoscenze acquisite durante lo svolgimento del corso.

Contenuti dell'insegnamento

Sviluppare un sistema integrato di conoscenze capace di avviare gli studenti allo studio delle dinamiche strutturali ed evolutive del settore alimentare in una prospettiva competitiva di governo aziendale Illustrare gli aspetti generali di struttura e di funzionamento delle imprese alimentari e specifici relativi all’analisi delle forze concorrenziali.
Marketing internazionale

Programma esteso

L'azienda: caratteristiche, finalità e modelli di rappresentazione
Le risorse
Attività, processi e sistemi operativi
Il modello del bilancio
Strumenti contabili per le decisioni economiche
Il concetto tradizionale di marketing
Il concetto di orientamento al mercato
La globalizzazione dei mercati e i valori emergenti
Le nuove tecnologie digitali
La formulazione di una strategia di marketing
Le decisioni di lancio di nuovi prodotti
Formulare la strategia aziendale: il processo di pianificazione e il business plan

Bibliografia

ORGANIZZAZIONE E MARKETING DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI
autore: Cristina Mora
2017

Metodi didattici

Lezioni frontali e seminari

Modalità verifica apprendimento

• L’esame finale sarà scritto (almeno tre domande aperte).
• Le conoscenze che si intende valutare riguardano l’intero programma, ovvero 1) Elementi introduttivi di economia, 2) Organizzazione del sistema agroalimentare, 3) Cooperative e organizzazioni di produttori, 4) Regolamentazione della qualità nell’agroalimentare e Indicazioni Geografiche, 5) Politiche per l’agricoltura e 6) Politiche per la sicurezza. Le competenze che verranno valutate riguardano la capacità dello studente di applicare i concetti studiati a casi di studio proposti in sede di esame dal docente. In sede di esame verranno proposte allo studente almeno tre domande aperte, in modo da poter argomentare in modo estensivo le risposte.
• I criteri con cui si valuterà lo studente sono: a) capacità di elaborare le conoscenze trasmesse durante il corso, applicandole ai casi concreti proposti dal docente nelle tre domande d’esame, b) capacità di argomentare le proprie risposte con l’uso di formule e grafici, per analizzare da un punto di vista economico i casi di studio proposti, c) modalità di esposizione linguistica e di utilizzo della terminologia specifica. Per ciascuna domanda verranno pesati questi tre indicatori nel modo seguente: a) 50%, b) 30%, c) 20%. A ciascuna delle tre domande verrà assegnato un punteggio da 1 a 10 utilizzando i pesi per i tre criteri; per ottenere la sufficienza il candidato dovrà ottenere un punteggio complessivo maggiore o uguale a 18.